La tradizione culinaria italiana
e gli Arabi

Durante il Medioevo, l’incontro con la cultura araba portò novità anche nelle cucine italiane e con l’introduzione di nuovi prodotti si diffusero nuovi gusti e sapori.

Gli Arabi per vari secoli furono il tramite di collegamento commerciale tra l’Europa e l’Oriente. Le spezie arrivavano in Occidente in maggior quantità e varietà e offrivano maggiori opportunità di diversificare i gusti. Non più solo pepe (come in età romana), ma anche zenzero, noce moscata, garofano, cannella, cardamomo e galanga. Altri prodotti invece rinnovarono e modificarono le tradizioni, come gli agrumi e lo zucchero di canna che nel tempo sostituirono l’aceto e il miele.

Nei libri di cucina medievali troviamo infatti ricette della cucina araba come la “limonaia”, ovvero pollo fritto nel lardo con cipolle, mandorle, spezie e limone, e il “brodo saraceno”, che si ottiene stemperando le carni nel vino e altri succhi agri e accompagnandolo con datteri, uva passa e mandorle. Si ottiene così un brodo agrodolce, detto appunto “saraceno”.

Altre importanti novità introdotte dagli Arabi sono il riso, che fu impiantato in Sicilia e in Andalusia, usato inizialmente come farina e solo nel XV secolo come piatto a sé, e la pasta. I Romani conoscevano solo la pasta larga tipo lasagna e solo con gli Arabi si ebbe uno straordinario sviluppo della produzione di pasta essiccata sia lunga che corta e quindi destinata alla conservazione e al commercio a lunga distanza.

L’introduzione dello zucchero di canna da parte degli Arabi portò novità non solo gastronomiche ma anche sociali: lo zucchero era molto costoso e accessibile a pochi e il nuovo gusto dolce, più delicato e leggero, diventò un privilegio e il miele, ormai fuori moda, fu relegato a un uso solo popolare.

Anche la granita è un’invenzione araba! I Greci della Magna Grecia utilizzavano la neve dell’Etna per conservare i cibi, ma furono gli Arabi ad aggiungere alla neve gli aromi (succo di limone, polpa di fragole e di fichi d’India, … ). Si metteva la neve con l’aroma prescelto in una tinozza e si mescolava a mano in un pozzetto. Oggi si usano le moderne mantecatrici, ma il principio è lo stesso.

/12
5 voti, 5 media

Storia

Quanto sei bravo con le date?

Mettiti alla prova senza cercare su Google!

1 / 12

1. A quale secolo appartiene l’anno 743 a.C. ?

2 / 12

2. A quale secolo appartiene l’anno 31 a.C.?

3 / 12

3. Scegli l’esatto ordinamento delle seguenti date: 51 a.C., 230 a.C., 14 d.C., 138 d.C., 109 a.C., 233 a.C.

4 / 12

4. A quale millennio appartiene l’anno 2300 a.C.?

5 / 12

5. A quale secolo appartiene l’anno 0?

6 / 12

6. A quale secolo appartiene l’anno 901 a.C.?

7 / 12

7. A quale secolo appartiene l’anno 399 d.C.?

8 / 12

8. A quale secolo appartiene l’anno 200 d.C.?

9 / 12

9. Quando inizia e termina il III secolo d.C.?

10 / 12

10. Quando inizia e finisce il I secolo a.C.?

11 / 12

11. Quando inizia e finisce il II millennio a.C.?

12 / 12

12. Quando inizia e termina il III secolo a.C.?

Il tuo punteggio è

0%

Valuta il quiz

Il sistema onomastico romano

In epoca storica, il sistema onomastico romano è documentato...

Due secoli oscuri nella...

I due secoli successivi alla cacciata dei Tarquini ci...

Le terme romane

L’unico autore latino che descrive in maniera abbastanza esaustiva...

La civiltà etrusca

La civiltà etrusca, come ho già accennato parlando dell’Italia...

Il risveglio nell’Impero Romano

I Romani si svegliavano molto presto, generalmente all’alba; l’illuminazione...

Celestino V e il...

I cardinali si erano già riuniti varie volte, ogni...

L’iscrizione di Bisotun

L’iscrizione di Bisotun, la più grande al mondo, è cosiddetta perché incisa sul monte Bisotun (in antico persiano, “luogo dove dimorano gli dèi”). Questo monte...

Il Regno Achemenide da Ciro il Grande a Dario III

Il cuore del regno persiano era il Fars, una regione nell’Iran sud occidentale. I Persiani non erano originari dell’Iran occidentale, ma immigrati, di cui...

Il canto di Ullikummi

Per quanto riguarda
Previous articleIl carnasciale
Next articleL’iscrizione di Bisotun
error: Content is protected !!